Mese: ottobre 2018

#LATINITUDINE: Los Churros

churros1

Quando Claudia mi ha detto di preparare “Los Churros” non ho esitato un attimo! Quanto sono buoni!! Li ho mangiati per anni ed ho un ricordo bellissimo di questo dolce! 

Però, non li avevo mai preparati a casa! Come tutte le ricette, bisogna fare un po’ di ricerca prima di preparali. In internet si trova di tutto e spesso al momento di preparali, i conti non tornano. E, purtroppo,   “los churros” non vengono!!

Così, come con tante ricette bisogna provarne un po’! Trovata quella giusta, non si sbaglia ed in un attimo ti ritrovi il tavolo della cucina pieno di churros tiepidi da pucciare nella cioccolata calda!

(altro…)

#LATINITUDINE: Torta Tres Leches

torta tres leches

Si chiama TORTA TRES LECHES (Torta ai tre latti) e si tratta di un pan di spagna bagnato, appunto, con tre tipi diversi di latti che sarebbero il latte interno, la panna ed il latte condensato. In Sud America è un dessert molto richiesto e amato. La decorazione può variare a seconda del paese: si può trattare di una crema chantilly oppure di una meringa. Puo essere anche farcita, ma non è obbligatorio. In tal senso si può utilizzare il dulce de leche, la chantilly, “el manjar” (un tipo di dulce de leche), oppure cioccolato.

Ecco, è una bomba calorica, ve lo devo dire, ma l’avrete già capito. Questo non vuol dire che non si debba preparare. il trucco sta nella quantità. E poi lasciatevelo dire, è di una bontà estrema!!!

(altro…)

Pentola Fornetto: Pere, cacao e cardamomo

pere e cardamomo

Oggi, per il mercoledì del Fornetto vi presento un dolce classico dal tocco particolare: dei muffin pera, cacao e cardamomo.  Una ricetta SENZA LATTOSIO e SENZA BURRO!

Il cardamomo è una spezia tra le più care in commercio ed ha origini antichissime. È spesso usato per aromatizzare il caffè alla turca, il caffè arabo e il tè iraniano. Nella cucina mediorientale è utilizzato per insaporire dolci e nelle miscele di spezie, ma trova utilizzo anche nella cucina dei paesi nord-europei. Era conosciuto in Europa fin dai tempi dei Greci e dei Romani, che lo utilizzavano per produrre profumi, ed è attualmente nota come la terza spezie più cara al mondo dopo zafferano e vaniglia.

(altro…)