Tag: crostata

Crostata con crema al limone e fragole

Crostata_crema limone

 La crostata con crema di limone e fragole mi ha davvero incantata per la sua freschezza, perché mi ricorda l’estate e perché l’abbinamento fragole e limone mi ha sempre piaciuto.

Un guscio di frolla che racchiude una crema preparata con uova, zucchero, limone e panna. Una vera delizia!

La crostata con crema di limone e fragole è un dolce ideale per questa stagione ed è un’ottima soluzione come dessert dopo i pasti.

(altro…)

Crostata con ricotta e marmellata

crostata_ricotta

La crostata con ricotta e marmellata è un dolce molto versatele. Adatto, infatti, ad ogni occasione e facile da preparare.

Occorrerà preparare prima la frolla e cuocere la base in forno. Poi vi occuperete della farcia, vi basterà mescolare tre ingredienti e farcire la vostra base precotta. Poi nuovamente in forno ed, infine, in frigo a riposo.

Il risultato sarà strepitoso!

(altro…)

Crostata “Rose di mele”

crostata rose

Ho scoperto la “Apple Rose Tart” su Instagram qualche tempo fa. Me ne sono subito innamorata, l’ho trovata bellissima. Incuriosita poi dal lavoro certosino che c’è sotto alla preparazione di questa crostata ho deciso di provarla a casa.

Si tratta di una crostata di pasta frolla, farcita con una crema frangipane sulla quale vengono posate le “rose” di mela. Una vera delizia!
Non spaventatevi per la preparazione, si può sempre optare per uno stampo più piccolo, dimezzando le dosi! Ne varrà la pena!

(altro…)

La crostata di marmellata

La crostata: un dolce molto conosciuto e molto apprezzato.

Non sono molto chiare le sue origini. Sembra che una preparazione simile a base di pasta frolla fosse già conosciuta a Venezia, dopo l’anno mille, quando si cominciò ad utilizzare lo zucchero importato dall’Oriente.
Tuttavia, pare che la prima ricetta codificata della crostata risalga al XIV secolo, quando fu inserita da Taillevent* nel suo manoscritto “Le viander”. Successivamente fu Bartolomeo Scappi ** a elencarne nel suo “Trattato di Cucina” un gran numero di crostate, sia dolci sia salate.
Da allora la ricetta della crostata si è arricchita nella pasta e negli ingredienti.
La crostata è detta all’alsaziana quando è confezionata con la classica griglia a striscioline. Si chiama “pie” se cotta nell’apposito stampo dai bordi alti. Infine, “renversée”, ovvero capovolta, quando la frutta è messa nello stampo prima della frolla.

Personalmente, la adoro sia con le marmellate, sia con la farcitura di creme, con crema pasticciera e frutta, ripiene di cioccolato e via dicendo. Una crostata non stanca mai e si adatta benissimo qualunque orario della giornata.

Per la ricetta della crostata alla marmellata, cliccate qui.


*(anno 1320 circa) primo cuoco francese di professione di cui si conservi memoria è Guillaume Tirel, soprannominato Taillevent per il gran naso con il quale sembrava fendere il vento.

** (anno 1570 circa) primo cuoco italiano ad introdurre i prodotti del nuovo mondo nella cucina tradizionale del nostro territorio. Dobbiamo a lui la comunissima “Pasta al sugo”!