cherry_pie

La classica cherry pie è una torta americana, preparata con pasta brisè, poco dolce, che racchiude un ricco ripieno di frutta.

Questa mia versione è più semplice: una frolla al cacao che racchiude le ciliegie a pezzetti con il loro sciroppo.

La cherry pie è uno dei dolci più buoni che potrete realizzare in primavera ed estate, quando la frutta fresca di stagione rende possibili ricette belle, colorate, profumate e decisamente gustose, anche con pochi e semplici ingredienti.

 

CURIOSITA’

cherry_pie

Visto che qui si parla di cucina a 360°, vi faccio un breve riassunto sulla varietà delle ciliegie. Anche perché per i prossimi mesi ve la proporrò in diverse ricette.

La ciliegia ha origine asiatica (precisamente nella zona compresa fra il Mar Caspio e il Mar Nero), si diffuse poi in Grecia e pare che da li un console romano ne porto’ un esemplare da Cerasonta in Italia (parliamo del 100 a.c.).

I romani chiamavano Cerasonta”Cerasus”, da li il nome del Ciliegio.

Detto cio’, ci sono due specie: il frutto acido ed il frutto dolce. Il frutto dolce si riparte in duracine e tenerne, mentre quello acido in amarene, visciole e marasche.

Non entro nei particolari delle varie specie.
Pero’ è interessante menzionare che la produzione italiana è tra i primi posti al mondo, sia come quantità che come qualità. Inoltre, l’Italia si colloca bene in classifica anche grazie alle numerose varietà coltivate: la Bigarreaux, la Nero, per il colore decisamente scuro, coltivata nella zona di Vignola (Mo), l’Anella, croccante e succosa, la Ferrovia, tipiche della Puglia, la Marca, adatte per la conservazione sotto spirito, la Moretta di Cesena, la veneta Marostica.
(FONTE: https://www.ilgiornaledelcibo.it/ciliegia/)

Ora, torniamo alla ricetta: facile, facile! Provate per crederci.

cherry_pie

INGREDIENTI (per uno stampo da 20cm)

PER LA PASTA FROLLA

  • 190g di farina
  • 40g di cacao amaro
  • 125g di burro freddo
  • 50g di zucchero a velo
  • Scorza di un limone non trattato (o arancia)
  • 1 tuorlo
  • 2 cucchiai di latte intero

PER IL RIPIENO

  • 400g di ciliegie
  • 15g di amido di mais (Maizena)
  • zucchero di canna q.b.
  • 1 albume

PREPARAZIONE

cherry_pie

  1. Lavate e denocciolate le ciliegie, lasciatele macerare in una bacinella con l’amido e con lo zucchero (seguite i vostri gusti, io ne ho messo due cucchiai).
  2. Nel mixer, aggiungete la farina, il cacao, lo zucchero ed il burro. Azionate ed amalgamate il tutto, non troppo, il burro non di deve riscaldare molto.
  3. Incorporate la scorza del limone (o arancia). Aggiungete il  tuorlo ed il latte. Mescolare ancora un pochino.
  4. Lasciate da parte l’albume, vi servirà dopo.
  5. Spegnete, togliete dal mixer ed impastate a mano.Non dovrete impastare a lungo, giusto il tempo per far amalgamare gli ingredienti. Dunque formate il vostro panetto, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo per almeno un’ora.
  6. Trascorso il tempo prendete il vostro impasto, dividetelo a metà. Con l’altra metà farete la copertura.
  7. Rilavorate l’impasto velocemente per renderlo nuovamente elastico.
  8. Stendete la pasta frolla tra due fogli di carta forno (o con della farina). Non deve rimanere troppo spessa, io la lascio intorno ai 0,8/ 1 cm, poco più poco meno.
  9. Mettetela all’interno del vostro stampo, facendo attenzione. Tagliate i bordi, bucherellate il fondo. Coprite con della carta forno e versatevi sopra qualche legume o un po’ di ceci per fare peso. In questo modo non si alzerà il fondo durante la cottura.
  10. Cuocete in questo modo per 15’ a 170gradi. Togliete i legumi e lasciate raffreddare.
  11. Una volta tiepida, spennellate la base della crostata con l’albume, renderà il fondo impermeabile.
  12. Ripendente la bacinella di ciliegie, mescolate bene e versate il composto all’interno della vostra base di frolla.
  13. Stendete l’altra metà di frolla e preparate la copertura (ho utilizzato la griglia della Tescoma, ma potete tranquillamente procedere a mano con delle strisce).
  14. Coprite la vostra crostata ed infornate nuovamente per 20/25 minuti a 170°C.

Conservate in frigo (se avanza!).

Buon dolce,

C.


Ti è piaciuta questa ricetta e l’hai preparata? Postala su Instagram con l’hashtag #QUARANTAQUATTROPIATTI  e non dimenticarti di taggarmi @caterina.ma: sarò felicissima di vedere cosa hai realizzato!


 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *