empanadas_carne

Buon GIOVEDI’ amici!! Per la nostra rubrica #LATINUTUDINE – #LACOCINALATINA io e Claudia vi proponiamo due versioni delle famose EMPANADAS. Conosciute tutt’America e preparate diversamente a seconda del luogo dove ci troviamo.

Las “EMPANADAS” sono delle mezzelune di un impasto che varia a seconda del luogo e ripiene di diversi ingredienti. Ci sono  quelle carne, di pesce, di verdure, oppure di formaggio e mais.

Non vi è una data esatta o un luogo specifico di origine delle “EMPANADAS”. E’ stata senz’altro un’idea geniale quella di avvolgere del ripieno dolce o salato in diversi tipi di impasto. Troviamo las EMPANADAS in molte culture con nomi diversi e con diversi formati. Sappiamo che sono arrivate in Latinoamerica grazie agli spagnoli e sono conosciute in tutt’America e preparate in diversi paesi.

empanadas_carne

In Argentina sono tipiche quelle del nordest, ma ogni provincia ha i propri ingredienti, che cambiano a senza della geografia e del clima del posto. Ogni regione dell’Argentina sviluppo successivamente la propria identità, utilizzando diversi ingredienti per l’impasto, il ripieno e la cottura.

Per esempio in Salta (nordest dell’Argentina) si fanno al forno ed il ripieno è composto di carne, patate e uovo duro. In Tucumàn  (leggermente sotto Salta) vengono fatte fritte ed il ripieno comprende le olive, uvette, “aji molido”, pepe e cumino. In Jujuy (sopra Salta) sono più secche, molto piccole e si preparano con carne di Lama.

Alcune si preparano con cosi tanta cipolla, che questa supera la quantità di carne e altre sono piccanti. Ma al di là della diversità, las EMPANADAS sono un simbolo nazionale in Argentina e la loro preparazione diventa un tema cruciale in ogni provincia. 

Oggi vi propongo EMPANADAS “Salteñas”, sono quelle più conosciute in Argentina. Non sono piccanti, sono piccole ed la ricetta classica prevede oltre alla carne  con patate bollite, cipolla, cipollotto, uovo sodo, aji molido (una sorta di peperoncino molto delicato), a volte peperoni e paprica. L’impasto è una sorta di pasta brisè, a volte preparata con strutto. Il ripieno è semplicemente carne trita, mescolata con vari ingredienti.

empanadas_carne

INGRDIENTI (Per 16 -18 Empanadas)

Per l’impasto

  • 500g di farina 00
  • 50g di burro
  • 1 uovo
  • 1 tazza di “salmuera” (si scioglie un cucchiaio di sale grosso in acqua calda)
  • 1/2 tazza di acqua tiepida
  • 1/2 tazza di latte tiepido

Per il ripieno

  • 500g di carne trita
  • cipolla
  • 1 cucchiaino di “aji molido” (si trova nei negozi latinoamericani)
  • 1 cucchiaio di paprica  dolce 
  • 2 uova sode
  • 2 patate bollite
  • concentrato di pomodoro 

empanadas_carne

PREPARAZIONE

  • preparate il ripieno anche il giorno prima, in modo che i sapori si amalgamino bene.
  • in un pentolino, soffriggete la cipolla ed aggiungete la carne. Incorporate del concentrato di pomodoro, in modo da creare un sughetto.
  • a parte bollite le patate e cuocete le uova.
  • poi mescolerete gli ingredienti in una ciotolina: la carne con le cipolle, le uova fatte a pezzettini, le patate, aggiungete il aji molido, la paprica e lasciate da parte.
  • per l’impasto seguite la procedura della pasta brisè: lavorate a mano farina e burro, aggiungete l’uovo e la salumeria. Iniziate piano piano ad impastare, incorporate latte ed acqua poco alla volta. L’impasto dovrà risultare molto morbido, ma può essere che non abbiate bisogno di versare tutta l’acqua e tutto il latte. Dovrete regolarvi, l’impasto dovrà risultare omogeneo e si deve poter lavorare bene, non deve essere appiccicoso.
  • lasciare riposare l’impasto avvolto in una pellicola circa per 20 minuti a temperatura ambiente.  
  • per stendere l’impasto, aiutatevi con una macchina per stendere l’impasto o andate di mattarello. L’impasto dovrà avere uno spesso di 0,5 cm.
  • Ritagliate dei cerchi del diametro di 12-14 cm
  • Riempite al centro con una cucchiaiata di ripieno. Chiudete e sigillate a mano o con una forchetta.
  • Spennellate la superficie con del tuorlo d’uovo.
  • Cuocete in forno statico, preriscaldato a 180°C per 15-20 minuti.  quando la superficie sarà diventata dorata, saranno pronti.

Alla prossima ricetta!

C.


Vi abbiamo incuriositi? PROVATE ANCHE VOI!  Utilizzate i nostro hashtag #LATINUTUDINE e #LACOCINALATINA  e non dimenticatevi di taggarmi @caterina.ma cosi potrò vedere le meraviglie che preparerete!


 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *