pan brioche

Il Pan brioche al cioccolato fa domenica, mette in stop tutto ed è una vera goduria. Assomiglia molto alla torta lievitata “Babka”, anche questa un’intreccio di cioccolato ed impasto.

Servite questo dolce insieme ad un bicchiere di latte od una spremuta d’arancia. Sarà il massimo!
Inutile dirvi che è una colazione perfetta, quando si ha tempo e quando si può fare con calma, nonché una merenda golosa.
Per quelli come me, che non sanno resistere, una volta sfornata e appena diventata tiepida è il più del più!

pan brioche

La ricetta per preparare questa treccia di pan brioche al cioccolato è un tantino lunga e laboriosa ma con un po’ di attenzione otterrete una brioche farcita soffice e golosa.
Ecco, prendetevi del tempo. Con i lievitati non bisogna avere fretta. Ci vorranno indicativamente  tre ore e mezza / quattro (compresa la lievitazione e la cottura) per prepararla. Tuttavia, i momenti in cui dovrete attivamente occuparvi dell’impasto saranno pochi.
Si tratta più che altro di aspettare.

INGREDIENTI

(per uno stampo rettangolare da 32×13)

PER L’IMPASTO

  • 90g di burro di ottima qualità
  • 375g di farina Manitoba
  • una presa di sale
  • 30g di zucchero di canna fine
  • 7g di lievito secco
  • 120g di latte intero
  • 120g di acqua
  • 1 uovo

PER LA FARCIA

  • 200g di crema di nocciole/crema al cioccolato (potete aggiungere anche della granella di cioccolato)

PER LA GLASSA:

  • 100ml di acqua
  • 50g di zucchero semolato

PREPARAZIONE

pan brioche

  1. Mettete il burro all’interno di un pentolino e fatelo sciogliere a fuoco basso. Ci vorranno pochissimi minuti. Contemporaneamente versate il latte e l’acqua in un altro pentolino e riscaldateli a fuoco basse. Anche qui ci vorranno pochissimi minuti. Dovranno essere entrambi tiepidi, non bollenti!
  2. Montate il gancio per impastare nella vostra planetaria (nulla vieta di fare tutto a mano!), versateci la farina, lo zucchero ed una presa di sale.
  3. versate il lievito in una tazzina, quando il latte sarà tiepido, versatene un po’ all’interno della tazzina con il lievito, aggiungete uno di zucchero. Questo aiuterà a che il lievito si attivi.
  4. Nella planetaria, aggiungete il latte con l’acqua, il burro ed il lievito. Azionate e dopo un po incorporate anche l’uovo. Fate andare almeno per 8 minuti.
  5. Se l’impasto continua a rimanere attaccato ai bordi della planetaria, aggiungetevi un po di farina (poca!).
  6. A questo punto i preferisco finire di impastare a mano. Tolgo, dunque, dalla planetaria ed impasto. Ti spiego come fare:
  • Con le mani ben pulite affondate nella pasta e formate una palla, premendo di continuo, se l’impasto è troppo appiccicoso aggiungete altra farina, spingete la pasta in avanti con i palmi, fino a   quando diverrà elastica, quindi piegate l’impasto e con i palmi spingete ancora in avanti e ripetete l’operazione più volte e velocemente, continuando per circa 10 minuti. A questo punto la pasta dovrebbe già essere lucida, elastica  e liscia, se le date la forma di una palla e poggiandola sul piano da lavoro conserva la forma data vuol dire che è pronta, viceversa dovrete lavorarla ancora. Un’altra prova che potreste fare per vedere se è pronta e imprimere le vostre dita all’ interno dell’impasto, se dopo poco ritorna alla forma originale vuol dire che l’impasto è pronto.
  1. Formate dunque una “palla” e mettete a riposo all’interno di una ciotola abbastanza capiente, precedentemente unta con dell’olio. Coprite con pellicola trasparente ed uno strofinaccio e lasciate riposare in un luogo caldo, lontano da correnti d’aria (meglio all’interno del forno spento con la luce accesa) per almeno un’ora e mezza. In questo lasso di tempo raddoppierà di volume.
  2. Dopodiché stendete l’impasto fino a formare un rettangolo (circa 30x45cm). spalmateci sopra la crema di nocciole o di cioccolato. Arrotolatelo formando un cilindro.
  3. A questo punto dovrete tagliarlo a metà verticalmente, lasciando 5cm di bordo congiunto in alto.
  4. Una volta effettuato il taglio, vedrete i vostri vari strati di cioccolato.
  5. Ora dovrete fare una sorta di treccia: passate un’estremità sopra l’altra, quella sotto sopra quella prima e viceversa. Finché nn avrete intrecciato il tutto.
  6. Prendete il vostro impasto delicatamente e riponetelo all’interno dello stampo (meglio se proteggete lo stampo con della carta forno).
  7. Lasciate nuovamente riposare per un’ora circa.
  8. Ora potete infornare: forno statico a 170°C per 30 minuti. Dovrete fare attenzione, quando la superficie sarà dorata, vorrà dire che è pronto. Può essere che ci mette di meno o di più, dipende dal vostro forno.
  9. Preparate nel frattempo la glassa: in un pentolino fate cuocere l’acqua e lo zucchero, quando lo zucchero si sarà sciolto potrete spegnere. Verserete la glassa sopra il pan brioche appena sfornato.

pan brioche

Buon dolce!

C.


Ti è piaciuta questa ricetta e l’hai preparata? Postala su Instagram con l’hashtag #QUARANTAQUATTROPIATTI  e non dimenticarti di taggarmi @caterina.ma: sarò felicissima di vedere cosa hai realizzato!


 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *