risotto alle erbe

Il risotto alle erbe è un primo piatto molto semplice da preparare. Dal gusto deciso e determinato, ma non forte. Rimane, anzi, molto delicato e può essere accompagnato da un ottimo vino rosso di media gradazione.

Il risotto alle erbe è un piatto primaverile ed è una buona scelta se si ha la possibilità di avere delle erbe aromatiche in casa, sul terrazzo o in giardino.

risotto alle erbe

Ingredienti (per 4 persone)

  • 300g di Riso Carnaroli I.G.P. Grandi Riso
  • 60g di burro
  • 1 cipolla piccola
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • brodo vegetale
  • 80g di Parmigiano Reggiano DOP grattugiato
  • sale e pepe q.b,
  • erbe aromatiche (maggiorana, timo, prezzemolo, rosmarino, salvia..)

Preparazione

Per preparare il risotto alle erbe iniziate con la normale procedura per il risotto:

  1. Rosolate in 30g di burro, a fiamma bassa, la cipolla spellata e tritata e un pizzico di sale.
  2. Unite il riso e tostatelo per alcuni istanti, mescolandolo.
  3. Irrorate con il vino e lasciatelo evaporare.
  4. Coprite con il brodo bollente e mescolate di tanto in tanto.
  5. Proseguite la cottura a fuoco medio-basso per 16-18 minuti, aggiungendo un altro mestolo di brodo e mescolando ogni volta che il precedente sarà evaporato.
  6. Dovrete ottenere un risotto vellutato, né asciutto né eccessivamente brodoso.
  7. Intanto, lavate le erbe aromatiche e tritatele finemente.
  8. Quando mancheranno ancora 5-6 minuti di cottura, aggiungete le erbe aromatiche tritate e ultimate la cottura.
  9. Successivamente, spegnete il fuoco, aggiungete il burro a fiocchetto ed il Parmigiano, mescolando delicatamente.
  10. Coprite e lasciate riposare per un paio di minuti.
  11. Se gradite spolverate con una macinata di pepe e servite decorando con un rametto di erba aromatica.

C.

 


Ti è piaciuta questa ricetta e l’hai preparata? Postala su Instagram con l’hashtag #QUARANTAQUATTROPIATTI  e non dimenticarti di taggarmi @caterina.ma: sarò felicissima di vedere cosa hai realizzato!


 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *